Educare ai tempi di Ruby

Si fa un gran parlare questi giorni di Mr. B. e delle sue avventure amorose. Ho già detto la mia di tutto questo tam tam politico-mediatico che non condivido e che mi suscita pena e disgusto.

Ma oggi, quando ho letto l’editoriale di Isabella Bossi Fedrigotti sul Corriere, non ho potuto non fermarmi a riflettere. Non che alle questioni poste dalla Fedrigotti non avessi pensato anch’io. Però in questi giorni, l’editoriale sul Corriere è stato l’unico stralcio di articolo, l’unico intervento, l’unica voce a porre la questione educativa in primo piano, nei giorni del “casino” (nel senso letterale del termine).

Perché la vera questione non è se B. abbia pagato o no le ragazze. O se la magistratura si sia accanita contro il premier, con l’intento di farlo fuori. O se, ancora, Ruby era minorenne o meno. Qui il problema è l’assenza di scandalo. Spesso abbiamo pensato al puritanesimo degli Americani come un tratto culturale arretrato, che sfiorava quasi l’ossessione.

Oggi, di fronte all’assenza di indignazione (o addirittura alla solidarietà di tanta gente, ai bar, dal barbiere o per strada), o alla arretratezza culturale e morale che spinge tanti all’indifferenza (o alla strumentalizzazione politica, come se questo fosse un problema politico!!!), di fronte alla sfacciataggine con cui B. non ha sentito neanche l’esigenza di negare l’accaduto (cosa che B. non ha fatto: i più attenti se ne saranno accorti!), di fronte a ragazze che accettano di diventare merce di scambio per denaro (è il fallimento de femminismo, questo, no?), di fronte alle madri delle ragazze, che spesso sapevano e tacevano, quando non incoraggiavano (ma che persone sono???)… di fronte a tutto questo mi sento profondamente offeso. Come uomo. Come educatore. Come giovane.

Non siamo di fronte ad un problema politico. Siamo di fronte ad un fallimento epocale.

Un popolo, una nazione, una generazione che rinunciano ad educare sono praticamente senza futuro. E a questo punto, forse, questo non è neanche un male!!!

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: