La sinistra del vicino è sempre “più meglio”!

Da pochi minuti Francois Hollande è il ventiquattresimo Presidente della Repubblica francese.

Hollande è riuscito a riportare la sinistra francese al potere dopo 17 anni. Ha dunque il merito di aver saputo meglio interpretare una fase storica, desideri, speranze, paure e bisogni della sua gente.

Da oggi, però (anzi, anche da ieri), comincerà l’elogio della sinistra italiana verso la nuova star della gauche – che è poi il rovescio della medaglia del proprio elogio funebre.

Si tratta di un film già visto.

Era successo con Tony Blair e il suo labour, per cui la sinistra italiana nella seconda metà degli anni ’90 iniziò a credere che occorreva riformarsi per imitare quella sorta di thatcherismo dal volto umano che era il New Labour (ricordo ancora la Terza Via tra Prodi, Clinton e il premier inglese).

Poi (in realtà quasi contemporaneamente) è venuta la volta di Lionel Jospin e la sinistra italiana cominciò anch’essa a fare delle “35 ore” la battaglia epocale del nuovo secolo.

Nel 2003 si è affermato Zapatero e la sinistra italiana ha pensato che la nuova frontiera fossero le unioni omosessuali.

Con l’affermazione di Obama nel 2008, la sinistra italiana ha addirittura scopiazzato lo slogan Yes, we can (ricordate l’infausto “Si può fare” di Veltroni?).

In mezzo, ogni qual volta si affermava altrove un piccolo leader, giornalisti progressisti entusiasti (nostrani) cominciavano a tesserne le lodi, presentandolo come il nuovo modello della sinistra europea e mondiale.

Ora io dico: possibile che – in questo campo come in altre decine di settori – noi italiani dobbiamo sempre rincorrere temi, issues, proposte fatte da leader di altri Paesi (e che probabilmente si adattano ad altri contesti, ma non al nostro!), mentre da noi non riusciamo a produrre non solo uno straccio di leader, ma anche un sistema di valori chiaro e condiviso che definisca finalmente (anche in base alla nostra cultura e al contesto tipicamente italiano) cosa sia la sinistra in Italia?!?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: