Quando il pesce comincia a puzzare… (su Orlando tris a Palermo)

Stamattina Filippo Facci ripercorre sul Post la triste pagina delle accuse che l’ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando rivolse al giudice Giovanni Falcone a partire dal 1990. Si tratta di una vicenda che non fa certo onore a Orlando e per la quale – come sottolinea Facci – l’ex sindaco della Primavera palermitana non ha mai chiesto scusa.

Oggi Leoluca Orlando potrebbe tornare sullo scranno più alto di Palazzo delle Aquile, se riuscirà – forte del 47,4% del primo turno – a battere il suo ex delfino Fabrizio Ferrandelli (che invece ha preso appena il 17,34%) al ballottaggio per scegliere il sindaco del capoluogo siciliano.

Rileggendo le parole di Facci questa mattina e ripensando ad Orlando, alla sua vicenda politica, persino alla storia di quel bell’esperimento che è stata la Primavera di Palermo degli anni ’80/’90, mi sono convinto ancor di più che forse, arrivati ad una certa età, sia ora di smettere e di lasciare il posto ad altri. E che questa età, salvo rare eccezioni, dovrebbe essere intorno ai 60 anni.

Dopo, l’impegno si trasforma spesso in qualcosa che con il servizio ad una comunità cittadina non ha più nulla a che fare.

Oggi Orlando è forse il simbolo di una stagione che non c’è più, con le sue luci e le sue ombre. È storia, passato. In un momento in cui abbiamo disperato bisogno di futuro.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: