Nuove destre all’orizzonte

Ammettiamolo, la lettera di Luca Cordero di Montezemolo al Corriere della Sera di questa mattina è una bella, condivisibile almeno in tutta la prima parte. Quella in cui si distanzia nettamente dalla destra che ha governato negli ultimi vent’anni e da gran parte dell’attuale classe politica. Persino da se stesso:

…non ho mai pensato che un mio eventuale ingresso in politica possa fare alcuna significativa differenza per il Paese. La situazione dell’Italia è tale da richiedere il passo in avanti di una nuova classe dirigente e forse di una nuova generazione (visto il disastro combinato dalla nostra), non di questo o di quel presunto superuomo.

Ora probabilmente si scateneranno i critici: da sinistra diranno che anche lui ha fatto parte della classe dirigente che ha (mal)governato questo Paese negli ultimi decenni. Da destra insorgeranno in difesa del vecchio leader estinto e delle riforme (?) che il centrodestra ha varato quand’era alla guida dell’Italia.

La verità è che Montezemolo – almeno a parole – intercetta in parte lo stesso malumore a cui il Movimento 5 Stelle offre una risposta. E che, almeno dalla sua lettera, appare chiaro l’intento di non offrire una proposta in linea con quella dei partiti. A differenza di Grillo, però, Montezemolo offre una risposta compiutamente politica: un’idea di Paese, a cui Italia Futura (che non è la solita fondazione di facciata o club di intellettuali) ha dato forme e fisionomia in questi mesi.

Si tratta di una nuova destra, che riprende il mito sempre vergine dello Stato minimo e della forza dell’individuo, legandolo però a proposte pragmatiche e ad una idea di sviluppo e crescita per il Paese. In pratica, tutto ciò che la destra berlusconiana e quella sociale (ex missina) non son riusciti ad essere in questi anni. Riuscirà Italia Futura ad intercettare i berlusconiani delusi? Forse. Di certo, mi sembra abbia le carte in regola.

Come sempre, la sinistra arriva dopo e male.

Perché l’idea di Paese e di società che propone Montezemolo (“Abbiamo insomma un’incrollabile fiducia nelle capacità individuali degli italiani, che dovrebbero essere messi nelle condizioni di poter realizzare le proprie aspirazioni e capacità”), potrebbe trovare naturalmente in una concezione comunitaria, ma plurale la sua antitesi. In cui l’individuo e le sue potenzialità trovano forza e si strutturano nelle mille formazioni sociali intermedie che compongono il tessuto sociale del nostro Paese. E che permetterebbero di diffondere e redistribuire i benefici dell’iniziativa del singolo. E si tratterebbe forse di un’idea ancor più attuale, in un momento storico che sta facendo i conti con i prodotti di un individualismo senza limiti (culturale, prima che economico)?!?

Si dovrebbero però riaprire i circoli e le sezioni, favorire dibattito e scambio di idee, elaborare proposte serie e comunicabili, vicine ai bisogni delle persone. Ci si dovrebbe sforzare di trovare nuove forme e uno stile diverso di “stare” nella società, non più arroccati su proposte intoccabili (stile FIOM), soli contro tutti a difender la purezza di una sinistra senza compromessi. Ma entrare nei luoghi della vita quotidiana per fare proposte, convincere persone ad unire forze ed energie (non solo per scendere in piazza: le piazze non servono e la gente lo ha capito da un pezzo!).

In questo, la sinistra si porta dietro tare ataviche. E leader incapaci di pensarsi diversamente, perché nelle storture di una politica ripiegata sui meccanismi di partito ci son cresciuti e spesso devono a questi meccanismi la propria “carriera”.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: