Non chiudete NCO!

All’indomani delle celebrazioni per la strage di Capaci e nel giorno dei funerali di Stato per Placido Rizzotto, credo che dovremmo dar seguito ai giusti proclami delle istituzioni, alle parole dei giovani, alle speranze di un Sud che grida voglia di riscatto.

In questi stessi giorni di forti emozioni, in cui sembra che il vento anti-mafia rigonfi le vele della battaglia per la legalità e lo sviluppo, Nuova Cucina Organizzata, il ristorante sociale che grazie all’utilizzo dei prodotti realizzati sui terreni confiscati alla camorra, lavora per coinvolgere persone con disagi mentali nel lavoro di cucina e catering, rischia di chiudere i battenti. Vittima di uno Stato (Regione Campania) spesso sprecone, troppo spesso forte coi deboli e debole coi forti.

Ecco, sarebbe proprio bello che la stessa battaglia dei giudici Falcone e Borsellino, del sindacalista Rizzotto, di don Peppino Diana e don Pino Puglisi, dei tanti nomi spesso dimenticati – uomini e donne mai sotto i riflettori, se non nel giorno del proprio funerale – continuasse anche oggi, con una presa di posizione netta della società civile e della rete, per invitare la Regione Campania a rivedere le proprie priorità, a sostenere (e non solo lasciare in vita) NCO e a fare della lotta alla Camorra la strada maestra per uno sviluppo culturale, economico e sociale troppo a lungo rimandato.

#nonchiudetenco

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: