Ci risiamo

Serviva il solito inutile articolo di Pierluigi Battista oggi sul Corriere a risvegliare l’anacronistico e dannoso dibattito – tipico della sinistra italiana – se il PD debba “pescare voti” a sinistra o a tra i moderati. Di questi tempi se il PD avesse una linea chiara (pure di destra), già sarebbe una buona notizia! Credo poi che difficilmente ci si potrebbe cimentare in impresa più ardua e idiota del voler fare la radiografia di chi non vota, utilizzando la categorie classiche “destra/sinistra”.

Ciò che Battista (o Gilioli) non hanno ancora capito (nonostante il voto ai 5 Stelle, che da questo punto di vista è illuminante!) è che la società italiana – dopo il ventennio di immobilismo consumista berlusconiano, seguito al crollo del Muro di Berlino – non può esser più letta con le categorie dei nostri padri. Che ci sono molte “domande” che la società pone alla politica che non sono né di destra né di sinistra e a cui in questi anni né la destra né la sinistra hanno dato risposta. Ascoltare queste domande è la chiave di volta se si vuole vincere.

Quelli che non vanno a votare non credono che la sinistra sia troppo di sinistra o troppo poco moderata. Quelli che non vanno a votare semplicemente non credono che ne valga la pena. Perché hanno visto negli ultimi decenni uomini di bassa qualità popolare i talk-show e i dibattiti. Perché leggono sui giornali polemiche – come questa – che non capiscono né condividono. Perché la politica da un pezzo non dice più nulla ai loro bisogni e alla loro vita quotidiana.

Per questo, più che di battaglie ideologiche (dai matrimoni gay al tanto agognato “merito”, dal fumoso e confuso reddito minimo ad una riforma della giustizia fatta esclusivamente per condizionare i risvolti politici delle sentenze) c’è bisogno di strutture e persone capaci di parlare con la società e con le tantissime nicchie di cui oggi è composta. Di capire i bisogni ed elaborare – serenamente – risposte sostenibili per tutti (anche per chi viene dopo di noi). E serve una leadership forte, capace di tradurre i programmi e le proposte in parole ed immagini, in emozioni ed entusiasmo.

Tutto il resto, serve solo ai blogger e ai giornalisti senza fantasia per tirare a campare.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: